Home Fotografia Zorki 4: Una classica fotocamera a telemetro, tra pragmatismo e nostalgia

Zorki 4: Una classica fotocamera a telemetro, tra pragmatismo e nostalgia

727
Tempo di lettura: 2 minuti
Zorki 4
Zorki 4 - Analog Photo Files - model Cecilia

Zorki 4. Questa fotocamera a telemetro è una vera macchina fotografica classica, una copia quasi perfetta della Leica II, costruita dai primi anni cinquanta sino alla fine degli anni settanta dalla KMZ sovietica (Krasnogorskij Mekhanicheskij Zavod)

Zorki 4, monta le prestigiose lenti Leica L39 oppure ottime ottiche di fabbricazione russa, come il modello Jupiter-8 – 50mm 1: 2-22, che si è dimostrato tanto buono, quanto le ottiche tedesche. la messa a fuoco è molto facile grazie ad uno splendido, grande e luminosissimo telemetro accoppiato all’ottica. Se si utilizzano altri obiettivi, con lunghezze focali diverse, si dovranno usare mirini ausiliari come quello a torretta proposto, dalla stessa fabbrica, in perfetto stile Steam Punk. Il mirino incorporato è ovviamente fissato per coprire nell’inquadratura una lunghezza focale di 50mm.

Zorki 4-analog photo files
Zorki 4K – analog photo files

Zorki 4. Nel complesso offre una grande sensazione tattile, ben compatta ed equilibrata, Il corpo è in metallo spesso in fusione di alluminio, ma la piastra superiore con il mirino è realizzata in lamiera sottile che è stata pressata in forma. L’otturatore in tessuto a tendina, sorprendentemente forte considerando che è fatto di seta, ma il suo funzionamento è liscio e abbastanza accurato. La macchina è equipaggiata inoltre di una piccola leva di regolazione diottrica che è molto utile e piacevole da utilizzare.

Zorki 4 è una fotocamera molto piacevole, con il suo ampio mirino luminoso, i lati arrotondati ed il comodo e resistente, rivestimento esterno in vulcanite, un otturatore regolare e scattante e una lente luminosa e affilata. Un piccolo problema, che era stato segnalato all’epoca, era riscontrabile nel pomello zigrinato di caricamento, abbastanza duro e scomodo da utilizzare, che fu però corretto nel successivo modello Zorki 4 K.

Zorki 4-analog photo files
Zorki 4K – analog photo files

Utilizzo corretto della fotocamera Zorki 4

La prima regola: Caricare l’otturatore prima di regolare la selezione del tempo di scatto attraverso l’apposita rotellina zigrinata, questo accorgimento è fondamentale per il corretto funzionamento della fotocamera. Cambiare la velocità dei tempi di scatto senza tensionare precedentemente l’otturatore può danneggiare l’otturatore stesso e questo alle volte in modo irreparabile! 

La regola due ovviamente rimuovere il copriobiettivo

  • Prodotto nel 1956-73 (1962) KMZ, Krasnogorsk (Mosca), Russia
  • Tipo di pellicola 135 (35 mm)
  • Dimensioni dell’immagine 24 x 36 mm
  • Peso 25,6 once (725,8 g) con Giove 8 (bianco)
  • Lente LTM Jupiter-8 (copia KMZ di Zeiss Sonnar) 50mm 1: 2-22
  • Filtro da 40,5 mm filettato, 42 mm slip-on
  • Focale da 1m all’infinito
  • Telemetro abbinato mirino
  • Metro dell’esposizione nessuno
  • Otturatore doppio cortina di stoffa
  • Velocità dell’otturatore B, 1s-1/1000
  • Leva di correzione diottrica
  • Autoscatto
  • Connessione per accessori e sincronizzazione PC

In ultima sintesi, queste sono fotocamere classiche che riempiono una nicchia, un mondo a metà strada tra pragmatismo e nostalgia, un Valhalla fotografico dove ci uniamo ai fantasmi dei fotografi ormai scomparsi per combattere ancora con la luce del sole, le ombre e soggetti recalcitranti…

Analog Photo Files

Rispondi