Home Calcio Napoli estromesso dalla Champions, 11 dicembre nuovamente fatale per gli azzurri come...

Napoli estromesso dalla Champions, 11 dicembre nuovamente fatale per gli azzurri come ai tempi di Benitez

433
Tempo di lettura: 2 minuti
Napoli estromesso dalla Champions, 11 dicembre nuovamente fatale per gli azzurri come ai tempi di Benitez-1

Napoli estromesso dalla Champions, 11 dicembre nuovamente fatale per gli azzurri come ai tempi di Benitez, quando 12 punti non bastarono per superare la fase a gironi. Anche quest’anno i partenopei sono fuori dalla massima manifestazione europea per differenza reti. Il gol subito nel finale con la Stella Rossa è risultato decisivo. Tuttavia il cammino continentale della squadra di Ancelotti proseguirà in Europa League, dove a febbraio ci saranno i sedicesimi di finale.

Svanito il sogno dei tifosi napoletani, il Napoli estromesso dalla Champions dal Liverpool che si è aggiudicato il big match grazie ad una rete evitabile di Salah, complice prima un  errore di Mario Rui e poi del portiere  Ospina. Ancora una volta l’11 dicembre si è dimostrata una data fatale per i partenopei, i quali, in questo stesso giorno di cinque anni fa, con il panchina Rafa Benitez, furono eliminati dalla massima competizione continentale, per differenza reti, pur avendo in classifica ben 12 punti. Quest’anno si è ripetuta la stessa situazione, la formazione di Jurghen Klopp passa agli ottavi solo grazie alla migliore differenza reti. Ma il Napoli, in verità deve recitare il mea culpa, ieri sera ad Anfield, abbiamo visto il più brutto Napoli del girone Champions, uomini cardini come Hamsik, Mario Rui, Callejon, Mertens, Insigne sembravano dei fantasmi.

Napoli estromesso dalla Champions. L’amarezza tra la tifoseria azzurra, stavolta però è molto più grande rispetto al 2013. Questa squadra aveva dato una lezione di calcio alla corazzata Psg ed allo stesso Liverpool, nel match di andata a Fuorigrotta. Bastava una sola rete per riuscire nell’impresa e nonostante la non brillante prestazione fornita, sul tramonto della gara quel golletto poteva anche  arrivare se prima Callejon e poi Milik non avessero sbagliato a tu per tu con il portiere avversario. In realtà  quella rete subita nel finale della partita con la Stella Rossa, al San Paolo, ha pestato tantissimo su questo risultato. Pazienza. il Napoli estromesso dalla Champions League, ma a testa alta, visto che  per poco stava per eliminare i vice campioni d’Europa. Dopo la gara il patron Aurelio De Laurentis si è portato negli spogliatoi per rincuorare e fare i complimenti ai giocatori ed al tecnico, auspicando miglior fortuna in Europa League. Serata amara anche per l’Inter che come il Napoli retrocede nella seconda manifestazione continentale, non essendo riuscita a battere il Psv. Il sogno dell’Italia di schierare ben quattro formazioni in Champions, negli ultimi novanta minuti, è andato in fumo.

Rispondi