Home Cronaca locale Il Complesso Monumentale S.Maria della Colonna, di via Tribunali restituito ai napoletani

Il Complesso Monumentale S.Maria della Colonna, di via Tribunali restituito ai napoletani

306
Tempo di lettura: 2 minuti
Il Complesso Monumentale S.Maria della Colonna, di via Tribunali restituito ai napoletani dopo 40 anni

Il Complesso Monumentale S.Maria della Colonna, di via Tribunali restituito ai napoletani dopo quasi 40 anni. La maestosa struttura è stata restaurata completamente con interventi di sicurezza e di adeguamento impiantistico. L’opera di rifacimento è stata realizzata sotto l’attenta direzione della Soprintendenza, ma soprattutto grazie ai fondi Unesco nell’ambito del Grande Progetto centro storico di Napoli, destinato alla valorizzazione ed alla destinazione del sito alla città, al fine di creare nuove attività culturali e ricreative. L’edificio, per la cronaca, era chiuso dal 1980.

Il Complesso monumentale S. Maria della Colonna, di via Tribunali, a Napoli, anticamente un orfanotrofio e successivamente un Conservatorio, nel quale si formò il compositore Giovanbattista Pergolesi, dopo numerosi anni di totale abbandono, finalmente, è stato restituito alla città ed ai suoi abitanti. L’edificio di origine seicentesca si è rifatto il look, partendo dalla facciata esterna su via dei Tribunali, fino  agli ambienti interni, quindi dalla corte a tutti gli altri spazi: il progetto è stato realizzato per offrire a Napoli un luogo dove poter svolgere qualsiasi attività ricreativa e culturale, per creare  una sala conferenze ed inoltre  degli spazi espositivi. In virtù di tale azzeccatissimo progetto voluto dall’Unesco, si è portato a termine il quinto  intervento di restauro di strutture storiche della città. Al momento sono già in cantiere altre nove operazioni di restauro, a quanto pare  il prossimo intervento  dovrebbe interessare Castel Capuano.
Il Complesso monumentale S. Maria della Colonna di proprietà della Curia  aveva chiuso i battenti nel 1980, con grosso rammarico dei napoletani, oggi, la lieta  notizia della riapertura. I lavori sono durati due anni all’incirca ed il costo complessivo della spesa si è aggirato sul milione di euro . Il Cardinale Crescenzio Sepe ha partecipato alla presentazione dei lavori, rendendo edotti i presenti sulla storia della Chiesa, dalla sua costruzione fino alla chiusura a causa del violento terremoto del 1980. Ovviamente il sindaco Luigi De Magistris si è detto molto entusiasta di questo progetto che rappresenta una straordinaria occasione per la città di Napoli.

Rispondi