Home Cronaca locale Preziose opere scultoree fuori la stazione metropolitana di Napoli a San Pasquale

Preziose opere scultoree fuori la stazione metropolitana di Napoli a San Pasquale

127
Tempo di lettura: 2 minuti
Due preziose opere scultoree fuori la stazione metropolitana Napoli San Pasquale-1

Preziose opere scultoree fuori la stazione metropolitana di Napoli a San Pasquale. Una fontana di forma circolare in marmo risalente alla  prima metà del XIX secolo, ed il  monumento in bronzo che ritrae il generale Enrico Cosenz, realizzato da Giuseppe Renda, sono state posizionate, esattamente in largo principessa Pignatelli.

Preziose opere scultoree fuori la stazione metropolitana di Napoli San Pasquale. In ottemperanza ai lavori inerenti il piano di costruzione della nuova linea 6 della metro napoletana. Le due opere: si tratta di una fontana di forma circolare in marmo che sembra risalire alla prima metà del secolo XIX  e di un monumento in bronzo che ritrae la figura del generale Enrico Cosenz, generale e politico italiano, originario di Gaeta, eseguito da Giuseppe Renda ed inaugurato agli inizi del 900, sono state collocate esattamente in largo principessa  Pignatelli.  Assieme alla  fontana è stata poi posizionata anche una statua in bronzo di Giovanni De Martino, che riproduce un giovane pescatore, un argomento trattato molto di fequente dagli autori veristi napoletani di fine XIX secolo.
Queste due grandi preziose opere scultoree, daranno sicuramente lustro all’arredo urbano della piazza dove, tra non molto, sorgerà l’uscita San Pasquale della Linea 6 della metropolitana del capoluogo partenopeo.
In realtà la stessa stazione di Napoli San Pasquale sembra di già un’autentica opera d’arte come la stazione Toledo, votata come la più bella al mondo. Da quanto si apprende ci vorranno almeno altri sei mesi prima che ci sia l’apertura ufficiale di questa nuova stazione. Tutto dipenderà dai lavori di sistemazione millimetrica dei binari e dai lavori alla parte esterna, vale a dire l’area pedonale sulla Riviera di Chiaia, che assorbiranno ancora un po’ di tempo. Chi ha avuto l’occasione di averla vista con i propri occhi, nonostante i lavori in ultimazione, riferisce che è talmente bella da rimanere col fiato sospeso. Un magnifico colpo d’occhio per napoletani e turisti.
L’architetto Podrecca l’ha resa proprio come l’aveva pensata otto anni fa ed ora è oltremodo felice per come sono andate le cose. Infatti  ha dichiarato:
Attendiamo  con estrema ansia che qui  entrino i viaggiatori, siamo in competizione con la stazione Toledo, ma siamo certi che la nostra sarà considerata ancora più bella.”
 

Rispondi