Home Food Spaghetti alla Gennaro, piatto tutto napoletano, amatissimo dal principe della risata

Spaghetti alla Gennaro, piatto tutto napoletano, amatissimo dal principe della risata

511
Tempo di lettura: 2 minuti
Spaghetti alla Gennaro
Spaghetti alla Gennaro

Spaghetti alla Gennaro, piatto tutto napoletano, amatissimo dal principe della risata. Questo alimento prelibato rappresenta la napoletanità e lo spirito della città partenopea. Un piatto assai semplice ma gustoso fatto di ingredienti facilmente reperibili come acciughe, origano, pomodorini e pane tostato. Esso fu ideato da un popolano in omaggio al Santo patrono di Napoli, San Gennaro, da cui prese il nome. 

Spaghetti alla Gennaro, ovvero un piatto esclusivamente napoletano che fu amatissimo dal principe della risata, il grande Antonio De Curtis, meglio conosciuto come Totò. Questo alimento prelibato esprime  tutta  la napoletanità, l’anima e lo spirito della città partenopea. Si tratta di un piatto a base di ingredienti molto  semplici e facilmente reperibili come acciughe, origano e  pane tostato. Gli spaghetti alla Gennaro rappresentano un piatto davvero speciale della classica cucina napoletana. In realtà furono ideati da un popolano , in onore al Santo Patrono di Napoli, San Gennaro ed  appunto ne presero il nome. Gli spaghetti alla Gennaro, fin da subito, riscossero il consenso dei buongustai napoletani e come racconta la figlia di Totò, Liliana, nel libro a lui dedicato, pare fossero uno dei primi piatti preferiti dal padre.

Un piatto, forse povero ma essenza dello spirito napoletano che il grande  Toto’ portò molte volte sia nel cinema che sul palcoscenico dei teatri di Napoli. Ma vediamo cosa occorre per preparare gli spaghetti alla Gennaro, Gli ingredienti per quattro persone sono i seguenti:  500 g di spaghetti, 3 Fette di pane raffermo, 4 acciughe dissalate, basilico, origano, aglio.
Una volta raccolti questi ingredienti occorre strofinare le fette di pane con uno spicchio di aglio, quindi sbriciolarle in un piatto. Quindi In una padella soffriggere, con due cucchiai d’olio, due spicchi d’aglio interi: soffriggere il pane nell’olio senza che l’aglio però si colorisca  troppo. In un’altra padella versare dell’’olio, extra vergine di olive, le acciughe tritate ed infine un po’ d’origano. Cuocere poi la pasta espressamente al dente e passarla, dopo averla scolata, nella padella con le acciughe, dopodiché aggiungere il pane croccante, mescolare velocemente completando l’opera con una manciata di basilico spezzettato con le mani. Infine Servire immediatamente gli spaghetti alla Gennaro fumanti come il Vesuvio.

#nuovacucinapopolare

Rispondi