Home Cronaca locale Riserva Foce Volturno Costa di Licola, un’area che comprende l’Oasi di protezione...

Riserva Foce Volturno Costa di Licola, un’area che comprende l’Oasi di protezione dei Variconi e la Riserva Naturale Statale Castelvolturno

1529
Tempo di lettura: 2 minuti

Riserva Foce Volturno Costa di Licola, un’area che comprende l’Oasi di protezione dei Variconi e la Riserva Naturale Statale di Castelvolturno. Situata tra la pineta di Licola, in provincia di Napoli, e l’estuario del fiume Volturno, in provincia di Caserta, sul lunghissimo litorale domitio, difende un insieme di ambienti del tutto naturali non rientrati nel piano di urbanizzazione della fascia costiera. L’area di circa 1.550 ettari si estende per tutta la fascia terminale del fiume Volturno, fino a sud della foce e per  l’intero bacino del lago di Patria.

Riserva Foce Volturno Costa di Licola: quest’area comprende l’Oasi di protezione dei Varicani e la Riserva naturale Statale di Castelvolturno. Situata fra la pineta di Licola, in provincia di Napoli e  l’estuario del fiume Volturno, nella provincia casertana, sul lunghissimo litorale domitio, difende un insieme di ambienti del tutto naturali, non ancora rientrati nel piano di urbanizzazione della fascia costiera. Si tratta di un’area di 1550 ettari circa che si estende dal fiume Volturno fino a più a sud, arrivando all’intero bacino del Lago di Patria, di Giugliano in Campania, a nord di Napoli.
Parco Archeologico di Liternum.
Riserva Foce Volturno Costa di Licola. Nel corso del  periodo della migrazione si può facilmente osservare il Cormorano, viceversa agli albori della  primavera si può incontrare l’Upupa. In verità il territorio circostante il Volturno
è rappresentato da sedimenti sabbiosi e argillosi, i quali si sono adagiati durante  le ultime migliaia di anni. La pineta, inoltre, si fa notare per la vegetazione classica della macchia mediterranea, di contro nella zona boschiva  troviamo  il Pino domestico, il Leccio, il Corbezzolo ed il Mirto. Infine sulle coste sabbiose fiorisce, durante la bella stagione  lo splendido Giglio marino.
Riserva Foce Volturno Costa di Licola. Per tutti coloro che sono amanti della storia, sarà un piacere sapere che in questa zona vi sono due importantissime e suggestive aree archeologiche: parliamo di Liternum, ovvero una città dell’antica Roma in cui si trova la tomba del condottiero Scipione l’Africano, che trascorse, proprio qui l’ultimo periodo della sua esistenza. L’altra area è invece Cuma, città dalle origini greche, della quale l’attrazione più forte è rappresentata dall’Antro della Sibilla cumana, tanto decantata dal poeta Virgilio nell’Eneide. Oltre all’Antro sono da ricordare anche i tre famosi laghi della zona, ossia il lago Patria, l’Averno ed il Fusaro tutti situati nel versante napoletano. Questi ultimo, nel corso della sera acquistano un fascino particolare, infatti le luci dei locali si riflettono sulle acque. Insomma un’intera giornata, spesso non basta per ammirare le bellezze della Riserva naturale della Foce del Volturno, Costa di Licola.

L’Oasi dei Variconi, prezioso patrimonio naturalistico nel cuore di Castel Volturno

.

Rispondi