Home Musica Enrico Caruso, figlio illustre di Napoli, uno dei più grandi tenori di...

Enrico Caruso, figlio illustre di Napoli, uno dei più grandi tenori di tutti i tempi

164
Tempo di lettura: 2 minuti

Enrico Caruso, figlio illustre di Napoli, uno dei  più grandi tenori di tutti i tempi. Le sue immense doti canore vennero alla luce fin da bambino, in virtù della sua presenza  nel coro parrocchiale, dove primeggiò per alcune mansioni solistiche, che attirarono l’attenzioni di esimi maestri di musica dell’epoca. In origine esibirsi in pubblico come tenore era solo una passione, in quanto, come prima attività, lavorava nella stessa fonderia in cui il padre era operaio. Emise il suo primo acuto il  25 febbraio del 1873, a Napoli, nel quartiere San Carlo all’Arena.

Enrico Caruso, figlio illustre di Napoli, può considerarsi uno dei più grandi tenori di tutti i tempi; fin da bambino scoprì le sue immense doti canore, in virtù del fatto che cantava nel coro della parrocchia, vicino casa. Qui si distinse per alcune mansioni solistiche che attirarono subito l’attenzione dei più grandi maestri di musica dell’epoca. In origine  cantare non era la sua attività primaria, ma soltanto una passione nel tempo libero, in quanto lavorava nella stessa fonderia nella quale, il padre svolgeva le mansioni di operaio. Enrico Caruso, figlio illustre di Napoli emise il suo primo acuto il 25 febbraio del 1873, nell’abitazione di famiglia, sita al quartiere San Carlo all’Arena. Diventerà uno dei più grandi tenori di sempre se non addirittura il più grande di tutti.

Un giorno, quasi per caso, suscitò l’attenzione del baritono Eduardo Missiano, il quale colpito da quella bravura volle  presentarlo al maestro Guglielmo Vergine che  accettò di dargli delle lezioni di canto, percependo il 25% sui futuri guadagni che sarebbero derivati dagli spettacoli in cui si sarebbe esibito.  Grazie al talento indiscusso, all’impegno ed alla seria professionalità, riuscì a correggere i difetti della sua voce, al punto di esaltarne tutte le qualità, e malgrado qualche difficoltà, iniziò  a farsi conoscere e stimare dal grande pubblico. Ebbe persino una prima estenuante  esperienza in Egitto, a Il Cairo, fino ad arrivare al grande successo internazionale con l’esordio al Metropolitan di New York, nel 1903. Quello strepitoso successo  avrebbe scolpito per sempre il nome di Enrico Caruso, figlio illustre di Napoli, tra i più straordinari artisti che il mondo abbia mai avuto.  L’artista partenopeo rimarrà eternamente nella storia di Napoli.

Rispondi