Home Food Cartellate di Morciano di Leuca, il dolce pugliese più conosciuto, strettamente legato...

Cartellate di Morciano di Leuca, il dolce pugliese più conosciuto, strettamente legato al Natale

971
Tempo di lettura: 2 minuti

Cartellate di Morciano di Leuca, il dolce pugliese più conosciuto, strettamente legato al Natale. Si dice che la sua origine, risalga, forse, all’epoca bizantina, quando tradizioni e costumi orientali si fondevano con la cultura e gli usi locali; il termine greco  “Kartelas”, che significa cestino, identificherebbe questo dolce semplice nella sua essenza, che amalgama la squisitezza dell’olio di oliva della regione Puglia con il profumo tutto orientale della cannella. Nella tradizione locale le fasce con le quali si formano le cartellate simboleggiano le fasce che racchiudevano Gesù Bambino.

Le cartellate di Morciano di Leuca, rappresentano il dolce tipicamente pugliese, più conosciuto, che è strettamente legato al Santo Natale. Si dice che l’origine di questo gustoso dolce risalga, molto probabilmente, all’epoca dei Bizantini, allorquando tradizioni e costumi orientali si fondevano con la cultura e le abitudini del posto: Le cartellate derivano dal termine greco Kartelas che significa cestino, esso identificherebbe il dolce pugliese nella sua essenza che amalgama la squisitezza dell’olio di oliva della regione Puglia con il profumo, tutto orientale della cannella. Nella tradizione locale le fasce con le quali si formano queste cartellate di Morciano di Leuca, stanno a simboleggiare le fasce che racchiudevano Gesù Bambino.

In realtà la preparazione delle cartellate di Morciano di Leuca costituiva e costituisce ancora oggi un vero e proprio rito durante le festività natalizie. Infatti già ad inizio del mese di dicembre, a Morciano di Leuca, così come in tutte le località del Salento si  comincia ad organizzarsi acquistando gli ingredienti necessari per preparare questo dolce tipico: anice, cannella, farina, zucchero e miele. Per consuetudine il giorno della preparazione delle cartellate precede la vigilia di Natale: nell’intero pomeriggio ci si dedica all’impasto, alle forme ed a friggere le frittelle. Tutti gli impegni devono  essere rimandati a dopo. Naturalmente soltanto le donne di casa sono incaricate della preparazione.
Prima dell’avvento delle macchinette si lavorava esclusivamente con olio di gomito, mentre oggi, tutto è diventato più semplice. Le cartellate di Morciano di Leuca sono bagnate nello sciroppo di zucchero, nel miele o nel vincotto;  poi vengono  deposte sui vassoi da portata, spolverizzate di cannella e pinoli ed offerte durante le festività del Natale. Per la cronaca le cartellete furono offerte agli invitati  al banchetto nuziale della Duchessa di Bari, Bona Sforza, nel 1517, e da quel giorno  costituiscono una delle prelibatezze della Puglia; grazie agli ingredienti sani e genuini e semplici, sono giunte a noi con la stessa bontà e lo stesso profumo di quel giorno.
A Morciano di Leuca, nel corso del mese di dicembre,  in tutte le case, in tutte le pasticcerie, in tutti i ristoranti e le trattorie, si troveranno le famose e buonissime cartellate insieme “alli purciadduzzi”.

 

Rispondi