Home Attualità Exakta Varex: la leggendaria fotocamera tedesca, prima reflex 35 mm del mondo

Exakta Varex: la leggendaria fotocamera tedesca, prima reflex 35 mm del mondo

981
Tempo di lettura: 4 minuti
Analog Photo Files - Model Arianna

Exakta Varex: la leggendaria fotocamera tedesca, una reflex mono ottica, fu la prima al mondo ad avere la possibilità di intercambiare i mirini e le lenti e ad utilizzare il film 35 mm.

Exakta Varex: un nuovo articolo dedicato al mondo analogico a cura di Analog Photo Files dedicato alle mitiche fotocamere IHAGEE.

Exakta Varex – particolare

EXAKTA Varex Vx, la fotocamera “esatta” è una reincarnazione della Exakta Vest Pocket che era stata lanciata nel 1933. Il modello tascabile utilizzava un film in formato 127 e produceva 4×6,5 cm, ed era a quel tempo la reflex più piccola del mondo e la cosa più importante era un incredibile prodotto di ingegneria meccanica e di orologeria, quale il sofisticato ed ingegnoso sistema di accoppiamento che posava lo specchio inclinava l’otturatore e faceva avanzare il film in una sola azione. Il Vest Pocket Exakta o anche Exacta è stato commercializzato in diversi modelli ed è stato marchiato come uno strumento ottico di assoluta accuratezza, da qui il suo nome.

IHAGEE (Industrie – und Handelsgesellschaft) di Dresda in Germania, si era specializzata all’epoca nella produzione di fotocamere compatte ed a piastra tipo le Etui” commercializzate negli anni 20 che erano state anch’esse fotocamere di grande successo.

Nel 1936 fu lanciato il modello Kine Exakta. Aveva una struttura esterna e meccanica molto simile alla precedente Vest Pocket, ma questa volta utilizzava il film 135 con il quale abbiamo avuto negli anni passati molta familiarità. Il nome deriva ovviamente dal fatto che utilizza un film originariamente ampiamente usato nell’ambito cinematografico (KINO = cinema, in tedesco). La fotocamera è stata un grande successo e i primi modelli di KINE EXAKTA sono ancora molto preziosi e ricercati tra i collezionisti.

Dopo la guerra, la fabbrica che è rimasta di proprietà privata e non è stata nazionalizzata dal regime comunista nella Germania dell’Est, ha continuato quindi a produrre con successo la fotocamera ed anche i nuovi modelli a basso costo denominati EXA, imitanti nella forma la sorella maggiore, ma limitati nelle velocità di otturazione disponibili.

exakta varex

I modelli successivi tecnicamente più avanzati, prodotti nei successivi anni cinquanta furono denominati VAREX, che significa “variabilità“, le fotocamere disponevano di varie opzioni di utilizzo e accessori, i mirini, ad esempio, potevano essere sostituiti e la fotocamera poteva essere integrata come attrezzatura da laboratorio collegata ai microscopi. Il nome VAREX era protetto negli Stati Uniti con un brevetto commercializzato con il codice VX.  La denominazione VAREX rimase quindi destinata esclusivamente per il mercato europeo e VX per quello degli Stati UnitiDurante la Guerra Fredda, l’amministrazione statunitense si assicurò di timbrare ogni telecamera importata sul suolo americano con la scritta “USSR OCCUPIED” sul fondo. 

Exaxta Varex nella storia: a proposito della guerra fredda, un momento clou, fu rappresentato dalle famose foto scattate con l’ausilio di una Exakta Varex dal fotografo Cecoslovacco Josef Koudelka durante la devastante invasione russa del 1968 a Praga. Duecento rullini di stupende e drammatiche immagini, che porteranno questo giovane fotografo nell’olimpo della fotografia, entrando nella fila dei grandi fotografi dell’agenzia MAGNUM.

Praga 1968 J.Koudelka Agenzia Magnum  – scattata con Fotocamera Exakta Varex

CaratteristicheLa prima cosa che salta agli occhi della Fotocamera Exakta Varex è la struttura metallica, che valutata da un punto di vista superiore appare a forma di trapezio. Sulla parte anteriore della fotocamera c’è una bella piastra cromata con il logo. Disegni originali degli anni 30, ancora oggi molto apprezzati da tutti gli appassionati del designer vintage o semplicemente hipster….

La baionetta innesto ottiche della Exakta Varex è unica e possiede un caratteristico ed affidabile dente di bloccaggio. La maniglia di armamento è collocata, insolitamente, sulla sinistra, così come il pulsante di scatto che si trova sulla parte anteriore. L’oculare è modulare e rimovibile ed è possibile collegare il mirino EXAMAT. Questo è un mirino reflex combinato con il sistema di misurazione della luce TTL. Le sue istruzioni per l’uso sono piuttosto complesse, ma occorre notare che dopo la misurazione, la fotocamera deve essere rimossa dal livello degli occhi, quindi l’apertura e la velocità devono essere regolate e quindi di nuovo si può scattare la foto. Un sistema sicuramente efficace ma molto lento in esecuzione.

Exakta Varex equipaggiata con mirino reflex TTL EXAMAT

IHAGEE, così come il resto dei produttori di fotocamere, ha scelto di equipaggiare le proprie fotocamere con le rinomate ottiche di CARL ZEISS JENA, MEYER OPTIK e molti altri. Questa opportunità ha creato una vasta gamma di lenti di alta qualità con caratteristiche uniche che consentono ancora oggi ai fotografi digitali di potere installare queste ottiche prestigiose sulle loro fotocamere. Attualmente le lenti più ricercate sono lo Zeiss Biotar e il fantasmagorico Meyer Optik Trioplan.

Exakta Varex con mirino intercambiabile a pozzetto -vista dall’alto

Il marchio Exakta Varex é oramai da tempo, scomparso dal mercato, superato dalla enorme e innovativa proposta tecnologica e qualitativa dei marchi giapponesi. I prodotti attualmente venduti con il nome EXAKTA, principalmente obiettivi, provengono soprattutto dalla Corea o dalla Cina. Non hanno nulla in comune con il vecchio Exakta. Johan Steenbergen  il famoso ingegnere olandese, fondatore  della gloriosa IHAGEE non ha dovuto vedere la fine della sua compagnia, è morto nel 1967.

Analog Photo Files

Rispondi