Home Calcio Il Napoli espugna lo Stadium, decide Koulibaly al 90′, Campionato riaperto

Il Napoli espugna lo Stadium, decide Koulibaly al 90′, Campionato riaperto

240
Tempo di lettura: 2 minuti
il Napoli espugna lo Stadium

Il Napoli espugna lo Stadium, decide Koulibaly al 90′. Campionato riaperto, azzurri ad un solo punto dalla Juve. Chi di spada ferisce, di spada perisce. La squadra di Sarri restituisce lo schiaffo del San Paolo. Finalmente, sfatato il tabù del nuovo impianto torinese. A quattro giornate dal termine regna la più assoluta incertezza sull’esito finale di questo pazzo ed avvincente torneo  di serie A. Ed ora le quattro giornate di Napoli.

Il Napoli espugna lo Stadium. Il difensore franco – senegalese, Kalidou Koulibaly, gigante buono del team di Sarri, al minuto novanta di una gara fondamentale per le sorti del campionato italiano si alza in cielo, incornando una palla su calcio d’angolo di Callejon, e mette alle spalle di Buffon il gol della prima vittoria, in assoluto, della formazione partenopea, all’Allianz Stadium di Torino, restituendo alla Juve la sconfitta patita al San Paolo nella gara di andata. La rete regala agli appassionati di calcio un finale di stagione davvero emozionante quanto non mai.
Il Napoli espugna lo Stadium, facendo sua la partita più attesa dell’anno, quello scontro diretto che poteva, in caso di vittoria dei bianconeri, mettere la parola fine sul film della serie A. Invece, ora tutto rimane in gioco per la gioia dei tifosi napoletani, letteralmente impazziti al fischio finale di Rocchi. CantaNapoli: caroselli di auto per le vie della città hanno salutato l’impresa dei ragazzi di Sarri, che in questo momento godono di un vantaggio psicologico nei confronti degli sconfitti, non indifferente.
Ci potrebbe essere infatti nella mente dei giocatori di Allegri un contraccolpo negativo da risultare decisivo ai fini del traguardo finale, tenendo conto anche del calendario della Juve chiamata a due trasferte molto pericolose, quali San Siro, sponda nerazzurra e l’Olimpico nella tana dei giallorossi di Di Francesco. Inter e Roma sono in piena lotta per un posto Champions, per cui non regaleranno nulla a nessuno. Gli azzurri, viceversa godono di un calendario più favorevole, dovendo incontrare squadre come Fiorentina, Torino e Sampdoria che, ormai non possono chiedere più niente a questa stagione. Un finale, pertanto ancora tutto da scrivere. Il Napoli espugna lo Stadium, mandando su tutte le furie la tifoseria bianconera che lascia subito l’impianto, delusa e rammaricata.
Vince la squadra che gioca di più al calcio, che ci prova, che impegna Buffon e che cerca i tre punti sino alla fine e che trova con il centrale di difesa, col vizietto del gol, la rete che rimanda il verdetto alle ultime incandescenti quattro giornate di serie A.
Le quattro giornate di Napoli, potremmo dire, nelle quali gli uomini in maglia azzurra potrebbero riscrivere la storia della società partenopea. Hamsik e compagni festeggiano negli spogliatoi, Allegri, Higuain e Dybala, scuri in volto si chiedono il perchè di questo risultato e soprattutto di una prestazione inguardabile. Ma tant’è, attendiamo questi 360 minuti che ci separano dalla conclusione del massimo campionato e vediamo cosa accadrà.

Rispondi