Home Fotografia Panasonic annunciata la Lumix DC-TZ200 presto sugli scaffali

Panasonic annunciata la Lumix DC-TZ200 presto sugli scaffali

263
Tempo di lettura: 5 minuti

Panasonic aggiorna la sua fotocamera super zoom compatta Premium, la Lumix DMC-TZ100, lanciando la Panasonic Lumix DC-TZ200. Tuttavia, la TZ100 non sarà eliminata e le due fotocamere saranno disponibili contemporaneamente, con la nuova TZ200  però leggermente più costosa.

Panasonic  Lumix TZ200 è annunciata come l’unica fotocamera bridge compatta perfetta da portare con se in ogni occasione. In effetti, Panasonic mette TZ100 e TZ200 in una classe a parte, essendo le uniche fotocamere compatte super zoom equipaggiate con un grande sensore da un pollice.

Le alternative in questa categoria includono le telecamere Panasonic Lumix DC-LX15 e Sony Cyber-Shot RX100. Queste telecamere condividono le somiglianze con la TZ200, ma presentano obiettivi con diaframmi più ampi e con una gamma di zoom più limitata.

  • NUOVO zoom ottico da 24 – 360 mm 15 x con ghiera di controllo
  • OIS ibrido a 5 assi
  • Sensore da 1 pollice 20,1 MP
  • Scatto continuo fino a 10 fps (AF singola) e 6 fps (AF continuo)
  • NUOVO LVF 2,33 milioni di punti con ingrandimento 0,53x
  • Touchscreen LCD da 1,24 milioni di punti 3 pollici
  • Video 4K fino a 30 fps (con ingrandimento della lunghezza focale di 1,5x)
  • Video FHD fino a 120 fps
  • Modalità foto 4K a 30 fps con NUOVA funzione di marcatura automatica
  • Ricarica della batteria USB
  • NUOVA connettività Wi-Fi e Bluetooth
  • NUOVA modalità monocromatica
  • NUOVA macro 3cm
  • Bassa durata / batteria AAA Starlight con batteria scarica

Come ci si potrebbe aspettare da una fotocamera compatta che costa circa 800 dollari, la Panasonic Lumix TZ200 è un “bel pezzo” di equipaggiamento. Ha un aspetto Premium, presentando una facciata in resistente alluminio.

Anche il design è elegante. È simile alla TZ100, ma se affiancate una accanto all’altra, le modifiche diventano evidenti. C’è una buona presa del pollice e una nuova striscia testurizzata sulla parte anteriore del corpo della TZ200, che fornisce una presa extra. È un’aggiunta gradita perché il frontale in metallo liscio della TZ100 si presenta , invece, piuttosto scivoloso.

 

 

Come una fotocamera compatta, la Lumix TZ200 scivolerà facilmente in una tasca. È essenzialmente delle stesse dimensioni della TZ100, sebbene leggermente più grande in tutte le dimensioni rispetto alla Lumix LX10 e alla Sony RX100s.

Sul retro della fotocamera non si trova una rotellina di controllo, ma ci sono diversi pulsanti che controllano le impostazioni usate regolarmente come la modalità AF, la modalità drive, oltre alla modalità foto 4K. I pulsanti sono piccoli, ma lo stesso vale per qualsiasi fotocamera di queste dimensioni che offre così tanto controllo manuale.

Un’ampia rotella di controllo è perfettamente integrata sulla parte superiore, mentre la leva dello zoom dell’obiettivo è posizionata attorno al pulsante dell’otturatore.

Il grande punto di interesse è comunque rappresentato dal nuovo obiettivo. È una  lente con zoom ottico 15x composta da 13 elementi in 11 gruppi, con un intervallo di lunghezza focale equivalente di 24-360 mm. Rispetto alla gamma di zoom 10x della TZ100, che presenta un obiettivo 25-250 mm., nessun’altra fotocamera compatta con sensore da un pollice si avvicina a Panasonic TZ200.

La gamma di zoom più ampia ha però un prezzo da pagare: l’apertura massima nella TZ200 è un pò più ridotta.  f/3.3-6.4 rispetto a  f/2.8-5.9. L’apertura minima è f/8 a qualsiasi lunghezza focale.

Davvero, è stata proprio un impresa quella dei proggettisti Panasonic,  un obiettivo zoom di così lunga focale inserito in una fotocamera compatta con sensore da un pollice. Anche la messa a fuoco macro è stata migliorata, da un minimo di 5 cm ora portato a 3 cm. Ancora una volta, per una fotocamera con sensore equipaggiata con questo tipo di sensore è davvero impressionante.

Ovviamente l’obiettivo si ritrae nel corpo quando non è in uso e la protrusione non disturba affatto. E’ presente un anello di controllo sul corpo dell’obiettivo, attraverso il quale è possibile modificare le impostazioni della fotocamera come messa a fuoco e apertura.

Per scattare immagini nitide e video fluidi, molto si deve anche al modulo di stabilizzazione (IS) ibrido, soprattutto quando si scatta con impostazioni di teleobiettivo estese. Offrire una lunghezza focale di 360 mm è tutto molto interessante, ma mantenere la fotocamera ferma per ottenere immagini nitide diventa fondamentale.

La stabilizzazione dell’immagine infatti, risulta davvero buona. È possibile ottenere scatti a mano libera molto nitidi anche con focale 360mm e con una velocità dell’otturatore fino a 1 / 60sec.

Lo stesso vale per il video,  la stabilizzazione aiuta molto nella composizione di immagini.  Con la stabilizzazione attivata, la correzione del tremolio della mano semplifica notevolmente la composizione e la visualizzazione.

Panasonic afferma che la messa a fuoco automatica è stata migliorata in questo modello TZ200. È un sistema simile a quello utilizzato nella Lumix GX9 , il che significa che si ottengono le stesse modalità AF tra cui scegliere. Questi includono Face Detection, Tracking, 49-Area (dove sono attivi tutti i 49 punti AF di rilevamento del contrasto), Custom Multi (fino a 13 punti AF utilizzati), 1-Area e Pinpoint.

 

Per le riprese generiche con luce ad alto contrasto, la messa a fuoco automatica è veloce e precisa. Nella luce a basso contrasto le cose si fanno un pò più lente, ma nel complesso i riscontri sono che il numero totale di mancato focus AF è rispettabilmente basso. L’ampia copertura dei punti AF significa che l’AF fuori centro non è solo possibile ma facile.

La messa a fuoco manuale si realizza perfettamente attraverso il generoso anello di controllo posto attorno all’obiettivo. E’ possibile l’ingrandimento dell’ area della messa a fuoco fino a 20x , il che significa che è aumentata la sicurezza che la messa a fuoco manuale sia la più accurata e precisa possibile.

Le immagini possono essere visualizzate sul touchscreen da 1,24 milioni di punti. che ha una risoluzione leggermente superiore rispetto a prima.  Panasonic è oggi uno dei leader del settore per i touchscreen: sono un piacere da usare e offrono molte funzionalità, qui incluso un menu con ulteriori quattro controlli FN possibili, assegnati dall’utente.

immagine scattata con la nuova Lumix. Krishna Mohan Photography

C’è anche il mirino LVF da 2,33 milioni di punti, che ha un ingrandimento di 0,53x. Questo è molto rispettabile per una fotocamera così piccola. Anche se nell’uso la naturale inclinazione è quella di usare il touchscreen, piuttosto che il mirino.

La TZ200 è l’unica fotocamera compatta della gamma Panasonic che offre Wi-Fi e connessione wireless Bluetooth. Ora è possibile controllare e condividere le immagini da remoto utilizzando un dispositivo intelligente tramite l’app di immagine Panasonic tramite una connessione Bluetooth sempre attiva.

La durata della batteria è stata migliorata, dai 300 scatti del modello TZ100, a 370 scatti quando si utilizza lo schermo LCD o 350 scatti lavorando con il mirino.

Negli Stati Uniti la Panasonic DC-ZS200 costerà come abbiamo accennato circa 800 dollari e sarà disponibile nei negozi dal 20 marzo 2018.

Rispondi