Home Attualità Afragola: piccolo di 17 mesi muore soffocato nascosto dietro mobile

Afragola: piccolo di 17 mesi muore soffocato nascosto dietro mobile

240
Tempo di lettura: 2 minuti
Afragola

Afragola: piccolo di soli 17 mesi muore soffocato nascosto dietro un mobile. Vano ogni tentativo di salvarlo da parte della madre.

Tragedia ad Afragola nel napoletano, per un bimbo di 17 mesi il suo giocare a nascondino gli è stato fatale.

A soli diciassette mesi un bimbo di Afragola, in provincia di Napoli, ha perso la vita, giocando a nascondino nella sua casa. Il piccolo è rimasto soffocato dietro un mobile del salotto durante il suo gioco rivelatosi mortale. Trasportato immediatamente dai familiari al pronto soccorso della clinica Villa dei Fiori di Acerra, il bimbo è deceduto dopo alcuni minuti nel corso  dei quali i medici hanno tentato il possibile per rianimarlo ma il risultato è stato vano. Il bambino di 17 mesi viveva nell’abitazione di Afragola con la mamma e con la nonna che l’ha trovato quasi soffocato nascosto dietro un mobile pare fosse una grande poltrona. Indagini in corso da parte dei carabinieri della stazione di Casoria in concerto con i colleghi di Acerra.

Disgraziatamente quel giochino tanto amato dai bambini si è rivelato una trappola mortale. Il piccolo, come spesso fanno tanti bimbi, voleva nascondersi per non farsi trovare dai parenti ma è rimasto incastrato dietro o forse sotto ad un mobile. Completamente scioccata  la madre che sarà comunque ascoltata dai carabinieri che indagano alacremente sulla triste vicenda. Il magistrato della procura di Nola che è stato incaricato del caso ha disposto il sequestro della piccola salma. Ancora non è stato deciso se si dovrà procedere ad esame autoptico. Grande sgomento anche trai vicini di casa della mamma del piccolo, che a parere di molti, tuttavia, a quell’età, non doveva essere lasciato assolutamente solo.

La madre del piccolo, affranta dal dolore non potrà mai perdonarsi la sua negligenza di non aver seguito da vicino il figlioletto che ingenuamente non si è avveduto della pericolosità del suo nascondersi dietro di un mobile.

Rispondi