Home Attualità Rogo a Napoli, donna muore lanciandosi nel vuoto per sfuggire alle fiamme

Rogo a Napoli, donna muore lanciandosi nel vuoto per sfuggire alle fiamme

392
Tempo di lettura: 1 minuto
Rogo a Napoli all'alba muore donna 57 anni

Rogo a Napoli, donna muore lanciandosi nel vuoto dal terzo piano per sfuggire alle fiamme. Il grave e drammatico evento si è verificato all’alba in vico Lorenzo Giustiniani, vicoletto nella quartiere del borgo Sant’Antonio Abate, a Napoli.

Non sono ancora chiare agli inquirenti, le cause del rogo, che sviluppatosi in breve tempo ha raggiunto notevoli dimensioni, interessando numerosi appartamenti dello stabile.

La donna di 57 anni, è morta sul colpo, precipitando dal balcone della sua abitazione nel tentativo di sfuggire al rogo che si era sviluppato nel palazzo dove ella abitava. Quando le fiamme hanno raggiunto l’abitazione La donna di nazionalità russa, ha tentato di calarsi rimanendo aggrappata alla ringhiera del balcone in attesa dei soccorsi. Ma la poveretta, non ce l’ha fatta a reggersi, ed caduta da basso rimanendo uccisa.

L’intervento, se pur immediato, dei Vigili del fuoco é stato notevolmente rallentato dalle strettoie dei vicoli e dalle numerose auto in sosta selvaggia, che hanno  limitato la circolazione dei veicoli di soccorso.

Le fiamme, che hanno interessato quattro appartamenti e diciotto abitazioni sono state sgomberate per sicurezza, infine sono state spente. La polizia di stato unitamente ai vigili del fuoco stanno in queste ore effettuando i primi rilievi onde stabilire le cause dell’incendio e le eventuali responsabilità.

Alle famiglie abitanti lo stabile incendiato, che sono state forzatamente sgomberate, sta provvedendo, per una collocazione provvisoria, in queste ore la protezione civile.

 

Rispondi