Home Attualità Kim Jong-un, il leader nordcoreano definisce Donald Trump “uno squilibrato”.

Kim Jong-un, il leader nordcoreano definisce Donald Trump “uno squilibrato”.

304
Tempo di lettura: 2 minuti
Kim Jong-un- il leader nordcoreano .
Il leader nordcoreano Kim Jong-un

Il leader nordcoreano Kim Jong-un, in una dichiarazione, straordinariamente diretta, ha definito il presidente Donald Trumpuno squilibrato” e ha detto che “egli pagherà molto” per le sue minacce.

Una ulteriore serie di test nucleari, con missili balistici armati ancora più potenti, è all’orizzonte. Ore dopo, queste singolari esternazioni, il ministro degli Esteri della Corea del Nord Ri Yong Ho ha detto ai giornalisti, che il suo paese potrebbe pianificare, il test di una ulteriore bomba a idrogeno nell’Oceano Pacifico, per soddisfare il desiderio di Kim Jong-Un di “intraprendere l’azione più elevata possibile” contro gli Stati Uniti D’America, “Non abbiamo idea di quali azioni potrebbero essere prese e cosa sarà ordinato dal leader Kim Jong Un”, secondo l’agenzia di stampa Yonhap della Corea del Sud.

Kim Jong-Un, nella sua dichiarazione, ha affermato che, “il signor Trump è letteralmente incapace di mantenere la prerogativa del supremo comando di un paese“. Ha anche descritto il presidente americano come “un ladro e un gangster affezionato a giocare con il fuoco“. “le osservazioni del signor Trump, mi hanno convinto, piuttosto che spaventarmi o fermarmi, che il percorso che ho scelto è corretto e che sia quello che devo seguire fino all’ultimo“. Il dispaccio che stato diffuso era alquanto insolito in quanto è stato scritto in prima persona, anche se filtrato attraverso i media statali della Repubblica popolare democratica di Corea.

Il leader della Corea del Nord Kim Jong-un definisce il presidente americano Donald Trump come “mentalmente squilibrato” e si impegna a farla pagare, alle nazioni unite, prima della fine di questa settimana, per aver minacciato di distruggere il suo paese.

Alcuni analisti internazionali, hanno letto molto chiaramente nelle dichiarazioni del leader nordcoreano, il segno che la Corea del Nord, potrebbe aumentare il ritmo dei test delle armi nucleari che includono missili destinati a colpire le forze americane in tutta l’Asia ed il suolo americano. Ciò potrebbe includere il lancio di un missile balistico intercontinentale Hwasong-14 sul Giappone ad una distanza oltre i 7.000 km. Tale prova sarebbe considerata una grande provocazione da Washington e dai suoi alleati.

Il presidente Trump, a sua volta, all’Assemblea generale delle Nazioni Unite di martedì, ha deriso il signor Kim definendolo “un uomo razzo” coinvolto in una “missione suicida” e ha dichiarato che se sarà “obbligato a difendersi o proteggere i suoi alleati, non avrà altra scelta se non distruggere completamente la Corea del Nord “.

In ultimo, la Corea del Sud ha definito le dichiarazioni di Kim Jong-un, una “provocazione sconsiderata” che avrebbe aumentato l’isolamento internazionale del paese e potrebbe portare, addirittura, alla sua scomparsa.

Il portavoce del ministero dell’unificazione della Corea del Sud, Baik Tae-hyun ha riferito a giornalisti in settimana, che la Corea del Nord deve immediatamente fermare tali provocazioni e ritornare ai colloqui sul disarmo nucleare.

Negli ultimi mesi, la Repubblica popolare democratica di Corea ha lanciato una coppia di ICBM ancora in via di sviluppo, che essi hanno dichiarato essere in grado di colpire gli Stati Uniti continentali, oltre a due missili a raggio intermedio che sono transitati sul territorio giapponese. All’inizio di questo mese, la Corea del Nord ha condotto il suo sesto e più potente test nucleare fino ad oggi, ottenendo come risposta, ulteriori e severe sanzioni delle Nazioni Unite.

Rispondi