Home Motori MotoGp di Spagna: è ufficiale: Valentino Rossi torna a correre, presente domenica...

MotoGp di Spagna: è ufficiale: Valentino Rossi torna a correre, presente domenica ad Aragon

282
Tempo di lettura: 2 minuti
MotoGp di Spagna: è ufficiale: Valentino Rossi torna a correre, presente domenica ad Aragon

MotoGp di Spagna : la notizia è oramai  ufficiale: Valentino Rossi torna a correre, dopo l’infortunio. A distanza di sole tre settimane dall’intervento, il dottore sarà presente, domenica sul circuito di Aragon.

Incredibile ma vero, dopo soltanto tre settimane dal suo infortunio, Valentino Rossi, torna a correre, avendo superato alla grande le visite mediche. Il pilota della Yamaha risponderà dunque presente, domenica ad Aragon, nel MotoGP di Spagna. Un recupero lampo quello del dottore di Tavullia, che si è mangiato le mani per la sua assenza, nella gara della Riviera Adriatica, praticamente casa sua.

La notizia del suo ritorno in pista, che era già nell’aria da qualche giorno è ora praticamente ufficiale. I medici hanno dato l’ok e Valentino Rossi non sta più nei panni per la gioia di cavalcare nuovamente la sua moto nel MotoGP di Spagna di domenica. Già da questa mattina il pilota della Yamaha sarà nuovamente in pista per le prove libere e se non avvertirà troppo dolore, potrà prendere parte alla gara sul circuito di Aragon. Valentino Rossi, d’altronde  è stato giudicato “fit“, cioè abile a guidare nelle prove libere di questa mattina del MotoGP di Spagna.

Per il dottore della Movistar Yamaha, le libere saranno il banco di prova definitivo per la sua successiva partecipazione alle tre giorni del GP. Nel caso malaugurato che non dovesse farcela a tornare in sella alla M1 sarà rimpiazzato ancora dall’olandese Michael Van der Mark, giovane pilota Yamaha nel Mondiale Superbike. Ma ecco le dichiarazioni dell’indistruttibile pilota italiano, dopo aver ricevuto il permesso di provare:

“Sono molto  felice di provarci. Devo sapere quali  sensazione avrò guidando, nuovamente una moto da MotoGP ma state tranquilli, non sono pazzo. Io mi sento bene, non sento  più molto dolore ed ogni giorno che passa mi sento sempre  meglio. Ho provato a fare dei giri a Misano e ho sentito un dolore, ma riesco a guidare e vedremo se sarà possibile guidare la moto a buon livello. Per me è molto importante per migliorare in vista delle prossime tre gare: devo capire cosa accadrà alla gamba. Speriamo che il tempo sia buono e poi vediamo” 

Rispondi