Home Calcio Sneijder e Balotelli sul cammino europeo azzurro, Mertens in campo per la...

Sneijder e Balotelli sul cammino europeo azzurro, Mertens in campo per la gara che vale una stagione

239
Tempo di lettura: 2 minuti
Sneijder e Balotelli sul cammino europeo azzurro, Mertens in campo per la gara che vale una stagione

Il Napoli è giunto all’ultima tappa del suo percorso estivo: Sneijder e Balotelli, stasera, si frappongono sul cammino europeo degli azzurri. Mertens ha recuperato e sarà in campo per la gara che vale una stagione.

Sneijder e Balotelli, questa sera, all’Allianz Rivière, rappresentano i primi veri ostacoli sul cammino europeo della squadra azzurra, che contro il Nizza dovrà difendere il doppio vantaggio conseguito al San Paolo sei giorni fa. Il tecnico dei francesi Favre, pur non avendoli al meglio della condizione, ha deciso di schierarli contro il Napoli per avere qualche chance in più per la qualificazione ai gironi di Champions. Sneijder e Balotelli, naturalmente sono delle frecce in più all’arco del Nizza, tuttavia il Napoli ha i difensori giusti per tenerli a freno.

I due ex interisti scenderanno in campo, non al meglio, non al 100%. ma daranno una forza diversa, che arriva dalla loro narrativa, dalla loro dimensione storica, da quello che sono, da quello che rappresentano, alla compagine nizzarda chiamata all’impresa. Favre però dovrà fare a meno degli squalificati Koziello e Plea, per cui è d’obbligo che Sneijder e Balotelli giochino fin dall’inizio, per dare una scossa alla squadra. D’altronde era una necessità per il tecnico svizzero, puntare su di loro, visto il risultato negativo dell’andata.

Allenamenti mirati, immaginiamo, poi l’ingresso contro il Guingamp, con il Napoli sempre fisso nel mirino. Gli azzurri saranno il banco di prova ideale. Anche se poi, magari, Plea viene da due gol in due partite e Koziello è stato uno dei migliori al San Paolo. Dal canto suo il Napoli non ha alfieri di questo tipo, o comunque non ha elementi che risaltino agli occhi e spicchino così tanto. Ieri, in conferenza stampa, Dante e Favre parlavano di un Napoli forte del suo collettivo, di Koulibaly ed Albiol, difensori arcigni, di centrocampisti che giocano di prima.p e di Insigne e Mertens piccoletti e velocissimi in grado di scardinare ogni difesa. Come Balotelli e Sneijder, su cui si è concentrato il 70%  delle domande dei giornalisti francesi.

Dopo aver superato lo scritto, il Napoli stasera si appesta a sostenere l’esame orale, ovvero dovrà parlare sul campo e portare a casa una qualificazione che vale circa 50 milioni di euro. Anche se  perfettamente preparata, la squadra partenopea potrebbe andare in confusione per un tiro da fuori area o un calcio di punizione del Balotelli seduto al centro, sempre pronto a punire gli errori. Ma il Napoli deve superare questo scoglio per chiudere alla grande la sua estate delle promesse e confermarsi maturo e maturato.

È suggestivo, bello ed anche giusto, che l’ultimo ostacolo sia rappresentato da due calciatori importanti, peraltro conoscitori del calcio italiano.  È un upgrade del livello di difficoltà, la perfetta conclusione di un esame di maturità. Gli azzurri non possono temere questi due spauracchi, perché hanno tutte le possibilità di tagliare il traguardo e perché restano sempre  più forti, anche di un Nizza con Sneijder e Balotelli.

Rispondi