Home Attualità Via Firenze, Napoli, quartiere in mano agli extracomunitari, i residenti si ribellano

Via Firenze, Napoli, quartiere in mano agli extracomunitari, i residenti si ribellano

896
Tempo di lettura: 2 minuti
Via Firenze - Napoli
Credit. Ph. Malavolta

Via Firenze, a Napoli, anticamente strada della passeggiata di molti cittadini partenopei, oggi è in mano agli extracomunitari che l’hanno monopolizzata.

I residenti si ribellano: “Siamo intrappolati in casa”.

Via Firenze, così come via Bologna, via Torino e via Milano, a Napoli nei pressi della stazione centrale di piazza Garibaldi, un tempo meta di molti napoletani e turisti per la passeggiata domenicale, attratti dai numerosi locali pubblici, bar, gelaterie, pasticcerie e ritrovi, oggi è diventata preda degli extra comunitari, che ne sono diventati i padroni assoluti, visto i numerosi negozi, indiani, pakistani, cinesi ed africani presenti nella zona. Negli ultimi giorni, dopo le numerose segnalazioni dei residenti del quartiere Vasto, stufi di questo andazzo, la questione è salita prepotentemente alla ribalta mediatica.

Gli abitanti di via Firenze soprattutto, “esasperati” e “intrappolati” nel loro quartiere natio, a causa della presenza di tantissimi immigrati sorpresi persino a dormire, con mezzi di fortuna, in strada o addirittura nelle auto dei residenti. Immigrati completamente abbandonati a se stessi ed al loro destino, che provano a sopravvivere grazie ai proventi dello spaccio, degli scippi, delle bancarelle abusive mobili, della prostituzione, dei piccoli furti.

Via Firenze e le vie adiacenti sono diventate, ormai da anni, “zone franche“, in cui specialmente di notte è molto pericoloso incamminarsi.

All’ordine del giorno, come se non bastasse, avvengono continue liti e risse, oltre ad aggressioni a residenti, turisti ed persino ai vigili urbani. L’ultimo increscioso episodio si è consumato proprio 16 ore fa, sempre in via Firenze quando nel corso di un controllo effettuato nell’ambito del programma Strade sicure, dei militari sono stati spintonati ed aggrediti verbalmente da un gruppo di extracomunitari solo perché avevano fermato, immobilizzandolo al suolo, un giovane di colore per un controllo.

I residenti del quartiere non ne possono più ed hanno spesso lamentato il degrado delle strade del Quartiere Vasto ed del loro stato, quasi di prigionieri in casa.

La situazione si fa sempre più precaria e si attendono con urgenza provvedimenti e rimedi dall’amministrazione comunale della cittá.

Stamane il sindaco De Magistris ha avuto una riunione fiume con i responsabili della protezione civile e delle forze dell’ordine in Prefettura, dove al termine della seduta ha dichiarato ai cronisti:. “Cambieremo volto al quartiere Vasto” . “Immigrazione e sicurezza sono una nostra priorità, così come lo è la riqualificazione dell’area intorno a piazza Garibaldi“. Il sindaco di Napoli Luigi de Magistris ha concluso: “Entro dicembre, cambieremo volto a tutta la zona. I primi interventi partiranno questa settimana“.

 

 

Rispondi