Home Calcio Karamoko Cissè stuzzica l’Avellino, il club irpino strappa un’opzione sul giocatore giallorosso

Karamoko Cissè stuzzica l’Avellino, il club irpino strappa un’opzione sul giocatore giallorosso

1806
Tempo di lettura: 1 minuto
Karamoko Cissè

Karamoko Cissè stuzzica fortemente l‘Avellino, il club irpino ha strappato un’opzione sul giocatore giallorosso con l’ex bandiera biancoverde Di Somma. 

Salvatore Di Somma, ex bandiera dell’Avellino, oggi, dirigente del Benevento, ha ammesso esplicitamente l’interesse della società biancoverde  per l’attaccante guineano classe 1988 Karamoko Cissè. Per il calciatore giallorosso, lo scorso anno, 27 presenze in campionato con 4 reti, di cui una proprio all’Avellino, nel pareggio del 10 dicembre al Partenio Lombardi.

Per la cronaca, Cissé è in forza al club sannita da due stagioni, avendo disputato prima, nell’annata 2015/16, il campionato di Lega Pro, con un bottino di 8 reti in 25 presenze e poi l’anno scorso, il torneo di serie B, conquistando, peraltro due promozioni di fila.

Karamoko Cissé, prima di giungere al Benevento, ha militato con la Casertana, con l’Albinoleffe, ben 6 stagioni dal 2008 al 2014, con l‘Atalanta, squadra che l’ha lanciato nella serie cadetta e con il Verona. In totale per lui 93 presenze in serie B condite da 14 reti totali, mentre in Lega Pro ha collezionato 104 presenze e 28 gol. Ma veniamo alle dichiarazioni di Di Somma in merito al giocatore guineano.

“Su  Cissè ci sono Entella, Salernitana e Parma: è un attaccante molto richiesto, ma l’Avellino ha la priorità e non poteva essere altrimenti, visti i miei trascorsi in Irpinia. Devo dire che i lupi stanno allestendo una buona squadra: “Marchizza è un difensore centrale importantissimo, Falasco è un esterno forte, mentre Pecorini è una eterna promessa, non ha avuto la continuità di esprimersi, ma ha grande fisicità e gamba.

Sono convinto che, ad Avellino, possa tornare quello di qualche anno fa. Non è un caso che Novellino abbia voluto costruire la squadra cominciando dalla difesa, anche per me bisogna partire sempre dalla fondamenta. Tornando al discorso Cissè, posso affermare tranquillamente  che il calciatore vestirà, al 99% la maglia biancoverde“.

 

 

Rispondi