Home Calcio La Giovane Italia va, Danimarca sconfitta 2 a 0

La Giovane Italia va, Danimarca sconfitta 2 a 0

291
Tempo di lettura: 1 minuto
La Giovane Italia va, Danimarca sconfitta 2 a 0

La Giovane Italia di Gigi Di Biagio, debutta nella fase finale degli europei under 21, con un successo importante e convincente.

Gli azzurrini battono, a Cracovia la  Danimarca per 2 a 0. Le reti entrambe nella ripresa siglate da Pellegrini, gol magnifico in rovesciata e da Petagna.

L’avventura nella fase finale dei campionati europei di categoria, in Polonia, della Giovane Italia del commissario tecnico Gigi Di Biagio, parte bene. Nella prima gara del girone eliminatorio gli azzurrini battono, in quel di Cracovia, per 2 a 0, i pari età della nazionale danese. I gol nel secondo tempo, quando la squadra italiana pigia sull’acceleratore per venire a capo della partita.

La sblocca il centrocampista di proprietà della Roma Pellegrini che con una rovesciata spettacolare infila il portiere avversario. Il raddoppio, alcuni minuti dopo, con l’atalantino Petagna che devia in rete un assist di Federico Chiesa. Con questa vittoria, molto importante, la giovane Italia raggiunge in testa alla classifica la Germania, anch’essa vincente con identico punteggio, contro la Repubblica ceca.

Nella prima frazione di gioco l’emozione sembra giocare un brutto scherzo agli azzurrini poco lucidi in fase offensiva, malgrado il possesso palla nettamente a loro favore.  Di Biagio conferma la formazione annunciata alla vigilia, con Donnarumma tra i pali, Conti e Barreca esterni bassi, Rugani e Caldara centrali. In mezzo al campo Pellegrini, Gagliardini e Benassi. Tridente d’attacco composto da Berardi, Petagna e Bernardeschi. Gli avversari, invece si schierano con un 4 -4-2 affidandosi a Lucas Andersen, ala tecnica dell’Ajax e al trequartista Hjulsager.

Nel primo tempo, fastidiosa contestazione, con il lancio di dollari falsi, al portiere della giovane Italia Gigio Donnarumma da parte di alcuni facinorosii ultrà del Milan. Ma dopo poco la situazione si normalizza. Adesso si torna in campo mercoledì, contro la Repubblica ceca del’ormai ex sampdoriano Schick, che dovrebbe approdare alla Juventus.

Rispondi