Home Attualità Assalto Isis alla tv di stato in Afghanistan

Assalto Isis alla tv di stato in Afghanistan

322
Tempo di lettura: 1 minuto
Assalto Isis TV Afghanistan

Assalto Isis alla tv di stato in Afghanistan, 4 morti e 6 feriti

Assalto Isis, da parte di un gruppo armato, avvenuto nella sede della televisione di Stato, in Afghanistan, precisamente nella città di Jalalabad.

Gli assalitori tra i quali vi erano anche due kamikaze dotati di cinture esplosive, hanno dato vita ad uno scontro a fuoco con gli agenti della sicurezza, in servizio nei locali della tv di Stato. Nel corso dell’assalto hanno perso la vita quattro persone, tra le quali i due kamikaze che si sono fatti esplodere, mentre altre sei sono rimaste ferite. Inoltre risulta essere sotto attacco anche il palazzo del governo provinciale ed una stazione di polizia.

Il portavoce del governatore locale, Attaullah Khughyani, ha riferito l’accaduto, da quanto si appende dagli organi di informazione presenti in Afghanistan, molte schermaglie e sparatorie tra forze dell’ordine e gruppi di ribelli sarebbero ancora in corso in diverse aree della città di Jalalabad.

Secondo le ultime notizie giunte dall’Afghanistan, l’Assalto Isis, è stato effettuato intorno alle 10 ora locale, le 7,30 in Italia. Alcuni testimoni presenti nella zona degli scontri, hanno dichiarato che non appena si sono uditi i primi colpi di arma da fuoco, tutti i negozi sono stati chiusi e la gente, presa dal panico, è fuggita il più lontano possibile dal luogo della sparatoria.

Fortunatamente, molti degli impiegati dell’emittente afghana si sono messi in salvo, evitando una strage. Lo Stato islamico ha rivendicato, poco dopo, l’attacco terroristico. Tale rivendicazione è arrivata attraverso l’agenzia di stampa, Amaq, strettamente collegata all‘Isis.

Nella provincia di Nangarhar, vicino al confine con il Pakistan, del resto, l’Isis ha edificato una sua roccaforte. Sul posto sono intervenute le truppe dell’esercito afghano ed il blitz si è concluso intorno alle 10.30 circa italiane. Secondo alcuni post presenti su Twitter, il boato che si è sentito nella zona è stato spaventoso.

Rispondi