Home Calcio Morto Jorge Cyterszpiler primo manager di Maradona

Morto Jorge Cyterszpiler primo manager di Maradona

697
Tempo di lettura: 2 minuti
Jorge Cyterszpiler

Morto Jorge Cyterszpiler primo manager di Maradona 

Una tragica notizia ha sconvolto il mondo del calcio. Dall’Argentina si è appreso che è morto suicida Jorge Cyterszpilermanager argentino che fu il primo procuratore di Diego Armando Maradona, molto celebre, a Napoli, per la sua andatura claudicante e per i ricci cotonati. Jorge Cyterszpiler si trovava in un albergo, l’Hotel Faena, a Puerto Madero, un quartiere della capitale argentina. Secondo quanto riportato dalla stampa locale, l’ex procuratore del mitico campione sudamericano, 58 anni, si sarebbe gettato dal settimo piano dell’hotel che lo ospitava. Si pensa che abbia compiuto l’estremo gesto a causa di una forte depressione derivante dai motivi di salute e della separazione dalla moglie. Ma al momento si indaga per risalire agli ultimi movimenti dell’ex manager.

Jorge Cyterszpiler non fu legato soltanto professionalmente al grande Diego, ma tra i due c’era una profonda amicizia sin dall’infanzia. Divenne il manager del calciatore più forte al mondo dal 1977 al 1985, ovvero dal passaggio al Boca Junior, fino al primo anno al Calcio Napoli. Al noto procuratore sudamericano sono collegati anche gli arrivi, in Italia, di altri giocatori argentini; a Catania, giunsero infatti, Gonzalo Bergessio, Mariano Andujar e Pablo Barrientos, mentre all’Udinese andò Mauricio Pineda che passò poi al Napoli nella stagione 2000/2001. Jorge Cyterszpiler, tuttavia, tradì la fiducia di Maradona, come descrivevano le cronache dell’epoca, appropriandosi di gran parte degli averi del fuoriclasse, da quel momento i rapporti tra i due si incrinarono e Maradona lo rimpiazzò con un altro procuratore, sempre argentino, Guillermo Coppola.

L’ex manager di Maradona, in realtà, ha curato il passaggio dall’Argentina in Europa di più di 200 calciatori. Appresa la notizia della morte di Jorge Cyterszpiler, l’amministratore delegato del Catania Pietro Lo Monaco è stato profondamente colpito e addolorato, anche perché i due si erano sentiti per telefono pochi giorni fa, avendo portato a termine un’operazione per conto del club siciliano.

Rispondi