Home Cinema The Circle, al cinema il 27 Aprile

The Circle, al cinema il 27 Aprile

444
Tempo di lettura: 2 minuti
The Circle Film Aprile 2017
The Circle, al cinema il 27 Aprile con un cast di prim’ordine.

Tra le novità più interessanti in programma al cinema dal prossimo 27 Aprile, ci sarà il nuovissimo film The Circle, scritto e diretto da James Ponsoldt ed interpretato da attori del calibro di Tom Hanks, Emma Watson, John Boyega e Karen Gillan.

Pellicola tratta dall’omonimo romanzo di Dave Eggers.

La nuovissima pellicola del giovane regista statunitense, ispirata dall’omonimo romanzo dello scrittore Dave Eggers, narra la storia di una giovane informatica (Emma Watson) che viene assunta da una potente azienda di telecomunicazioni fondata da Eamon Bailey (Tom Hanks), che raggruppa in un unico sistema, tutte le e-mail, gli account suisocial media, i profili bancari e di shopping online dei vari utenti, in modo da creare un sistema operativo universale che consenta agli utenti di creare una propria identità universale, all’insegna della trasparenza e civiltà.

the-circle-cinema-aprile-2017-1

The Circle affronta il tema della tutela della privacy.

A distanza di poco tempo dalla sua assunzione, la giovane professionista, contribuisce con le sue capacità a portare l’azienda a livelli altissimi, ma all’improvviso si trova alle prese con alcuni importanti problemi legati alla privacy ed alla libertà dei cittadini che la porteranno a dover prendere decisioni delicate che risulteranno fondamentali per il futuro dell’intera umanità. Il film, vuole focalizzarsi su uno degli argomenti più attuali: il sempre più crescente utilizzo dei media che connotano ormai ogni aspetto della nostra vita quotidiana, ma che se utilizzati in maniera poco consona e senza alcun senso di responsabilità, possono creare delle pericolose conseguenze per la tutela della privacy degli utenti.

Una pellicola, a nostro avviso, da non perdere, se non altro per riflettere sull’uso ormai smodato ed incontrollato della tecnologia, che molto spesso ci porta ad abusarne senza alcun senso di responsabilità.

Pasquale De Falco

Rispondi