Home Calcio Non c’è festività che tenga, la B oggi di nuovo in campo

Non c’è festività che tenga, la B oggi di nuovo in campo

226
Tempo di lettura: 2 minuti

Non c’è festività che tenga, la B oggi di nuovo in campo 

La Serie B, ormai è diventata la compagna inseparabile delle nostre festività; dopo il giorno di Santo Stefano e del lunedì dell’Angelo, eccola riapparire quest’oggi nella festività della Liberazione.

La trentottesima giornata, che ha avuto il suo prologo, ieri sera con l’anticipo tra Vicenza e Novara, terminato con la vittoria dei veneti per 3 a 1, parte tra poco con il match dell’ora di pranzo tra la Salernitana ed il Bari. Quindi nel pomeriggio andranno in scena altre sei partite: Ascoli – Avellino, Brescia – Ternana, Frosinone – Spezia, Pisa – Pro Vercelli, Spal – Cittadella, Entella – Latina. Alle 18, invece sarà la volta di Cesena – Benevento. Infine in notturna si disputeranno le gare: Carpi- Trapani e Perugia – Verona.

Un programma di tutto rispetto che i tifosi delle compagini della serie cadetta, gusteranno con piacere in questa festività del 25 aprile. Per quanto riguarda le formazioni della Campania, come annunciato nel programma odierno, i primi ad andare in campo saranno i granata di Bollini che ospiteranno, allo stadio Arechi, un Bari desideroso di riscatto dopo la battuta d’arresto di sabato scorso.

Il match tra campani e pugliesi rappresenta un vero e proprio spareggio playoff, in quanto entrambe le squadre sono a 50 punti in classifica, a ridosso, appunto della zona spareggi promozione. Per l’occasione l’impianto salernitano godrà di una bella cornice di pubblico, visto anche lo storico gemellaggio esistente tra le due tifoserie. Malgrado l’orario di inizio della partita non sia dei più comodi, considerato anche la temperatura sui 23 gradi che si registrerà alle 12,30, la prevendita ha dato buoni risultati. Sugli spalti dell’Arechi, tra tre ore circa, ci saranno 15.000 spettatori, di cui 2500 nel settore ospiti.

Dal canto suo l’Avellino cerca ad Ascoli, almeno un  punto, che sarebbe assai utile per la salvezza. I padroni di casa, anch’essi alla ricerca della tranquillità, sono reduci dal pareggio contro il Brescia, mentre i lupi di Novellino da quello contro il Cesena. Mancano cinque gare alla conclusione del campionato e da oggi in poi ogni match sarà importantissimo: all’Avellino, per la salvezza, serve ancora qualche punto, ma l’equilibrio, in fondo alla graduatoria, è davvero elevato e tutto può ancora accadere. Tra i biancoverdi sarà assente per squalifica l’attaccante Ardemagni, sostituito da  Bidaoui.

Gli stregoni di Marco Baron, nel tardo pomeriggio sfideranno il Cesena, allo stadio Manuzzi. I romagnoli di mister Campione hanno rischiato più volte di essere risucchiati nelle zone pericolose, nonostante una rosa abbastanza buona.

I bianconeri  tenteranno di approfittare del momento poco felice del Benevento, che alterna risultati positivi e negativi, come dimostra il fatto che ha conquistato appena un punto nelle ultime tre partite. senza riuscire mai a segnare, pur incontrando, ultimamente, due squadre di bassa caratura  come Brescia e Vicenza. Malgrado tutto i giallorossi si trovano a quota 55 punti è in piena zona playoff, ma per rimanerci occorre fin da oggi invertire la rotta. Tuttavia c’è il rischio che i giocatori campani pensino già al prossimo derby molto sentito contro i cugini della  Salernitana. Tra i giallorossi mancheranno Lopez e Ceravolo, appiedati dal giudice sportivo per un turno.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Rispondi