Home Calcio Lega pro. Foggia batte Juve Stabia e vola al comando girone C

Lega pro. Foggia batte Juve Stabia e vola al comando girone C

245
Tempo di lettura: 2 minuti
lega pro.jpg

Lega Pro. Il Foggia batte la Juve Stabia e vola al comando della classifica del girone C.

Il Foggia dell’ex milanista Stroppa guadagna tre punti importantissimi, in chiave promozione diretta allo Zaccaria, battendo per 1 a 0 la Juve Stabia, ancora una volta non all’altezza dei suoi giorni migliori, nel ventottesimo turno del torneo di Lega Pro, girone meridionale C.
Pur soffrendo, pur non incantando, pur rischiando non poco, in particolare nella seconda frazione di gioco, i rossoneri del Foggia, conquistano un successo che permette loro di salire al comando solitario della classifica del girone C del campionato di Lega Pro, in attesa del derby con il Lecce che si terrà tra due settimane.

Il match viene deciso, per l’ennesima volta, da Mazzeo, stavolta su calcio di rigore. L’attaccante del Foggia si assume la responsabilità del tiro dal dischetto, anche dopo gli errori commessi contro l’Akragas e deciso, con freddezza, realizza il gol vittoria. In verità, vince un Foggia mai visto prima d’ora così in difficoltà davanti al proprio pubblico.

Probabilmente il grosso incitamento dei tifosi, presenti in massa allo Zaccaria ha sorretto i satanelli nel loro momento di maggiore difficoltà. Le vespe della Juve Stabia, in realtà, pungono pure ma il loro veleno si rivela innocuo ed il Foggia resta illeso. Questo nuovo insuccesso certifica la fine dei sogni di gloria, pur senza certezza matematica, degli uomini di Fontana, ormai tagliati fuori dalla corsa alla promozione senza passare per i play off.

Cosa stia succedendo a questa formazione, giunta alla terza sconfitta in Lega pro del 2017, non è dato sapere. Appena due mesi fa la Juve Stabia viaggiava come un treno, oggi è diventata una squadra di centro classifica, incapace di fare quel balzo in avanti utile a risalire la china. I gialloblu, ora devono mettersi l’animo in pace e lottare fino alla fine per ottenere il miglior piazzamento in classifica, e per disputare i play off, almeno con un minimo vantaggio.

Rispondi