Home Attualità Cristiano Ronaldo fa tremare il Napoli?

Cristiano Ronaldo fa tremare il Napoli?

372
Tempo di lettura: 3 minuti
cristiano ronaldo fa tremare il Napoli?

Cristiano Ronaldo fa tremare il Napoli?

Cristiano Ronaldo ed il colosso Real Madrid sulla strada del Napoli nel prossimo turno degli ottavi di finale di Champions League. L’urna di Nyon, dopo quasi trent’anni, ha riconsegnato alla squadra azzurra ed i suoi tifosi, già su di giri, la formazione spagnola regina d’Europa. É inutile nasconderlo, si tratta di un ostacolo assai proibitivo sul cammino continentale degli uomini di Sarri, per giunta Cristiano Ronaldo, quarto pallone d’oro in carriera, rappresenta il pericolo numero uno per il Napoli.

Probabilmente vi è qualcosa da aggiustare nei rituali scaramantici di cui la città di Napoli è maestra. Il Real Madrid era lo spauracchio peggiore che il sorteggio potesse riservare nei due incontri degli ottavi di finale della prestigiosa manifestazione europea, ebbene così è stato: gli spagnoli sono stati serviti puntualmente alla compagine partenopea. Premesso che la squadra del tecnico toscano ha qualità, personalità e forza sufficienti per poter dare vita a una sfida combattuta.

La Redazione sportiva di TGCOM NEWS 24, ha deciso di chiamare in causa alcuni tifosi napoletani per capire se il Real ed in particolare Cristiano Ronaldo, punta di diamante del team di Zidane, rappresentano una minaccia per l’undici di Sarri.

Approfittando dell’inizio della vendita dei preziosissimi tagliandi per il match di ritorno al San Paolo, del sette marzo prossimo, ieri ho avuto il  piacere avvicinare alcuni dei numerosissimi tifosi in coda nel tentativo di acquistare un biglietto di Curva o Distinti. Precisando che la scorta di 45.000 tagliandi si è esaurita in meno di tre ore, abbiamo posto la seguente domanda ai tifosi presenti:

“Secondo voi Cristiano Ronaldo è davvero lo spauracchio che fa tremare il Napoli? Avete il timore che questo campione possa essere decisivo nell’arco dei 180 minuti totali”?

Su un campione di circa una cinquantina di appassionati supporters azzurri intervistati il 75 % ha risposto che né il portoghese, né il Real fanno tremare il Napoli, pur ammettendo la forza dello squadrone madrileno. Solo il 10% si è dimostrato molto preoccupato, mentre il restante 15% non ha voluto esprimersi.

Ovviamente sul risultato del sondaggio ha influito non poco il grande amore per i colori azzurri, però è certo che la squadra di Hamsik e compagni se la giocherà alla pari, poi ogni gara è fatta di episodi che possono direzionare il risultato di un match.

I primi novanta minuti al Santiago  Bernabeu saranno naturalmente i più pericolosi. Il Real, con Cristiano Ronaldo, Marcelo, Casimiro e Sergio Ramos, tanto per citare dei nomi, tenterà di chiudere i conti già a Madrid. Riuscire a contenere gli spagnoli, in casa loro, magari anche con una sconfitta di misura con un gol all’attivo sarebbe un grande risultato in vista del match di ritorno a Fuorigrotta, dove gli spagnoli troveranno uno stadio pieno come un uovo, con 60.000 spettatori sugli spalti pronti a scatenare l’inferno.

Come qualche simpatico sostenitore azzurro ha fatto notare durante il sondaggio, a quell’epoca il Napoli avrà in formazione anche Milik che non è certo l’ultimo arrivato in campo europeo, pur essendo giovanissimo. Il centravanti polacco che sta facendo enormi progressi sulla via della guarigione costituirà un’arma in più per Sarri. Infine a consolarci ci sono i precedenti con i club italiani: le statistiche dicono che nelle 6 doppie sfide a eliminazione diretta in Champions, i blancos hanno avuto la meglio soltanto con la Roma nella scorsa stagione. Poco significativi i precedenti tra Napoli e Real, solo un doppio confronto nella Coppa dei Campioni 1987-88: una vittoria spagnola e un pari.

A circa quaranta giorni dalla prima partita nella capitale spagnola la tensione e l’attesa dei magnifici tifosi azzurri è già alle stelle come si evince dalle lunghissime fila viste davanti alle ricevitorie della lottomatica.

Rispondi