Home Calcio A Cagliari, gli azzurri cercano la vittoria

A Cagliari, gli azzurri cercano la vittoria

234
Tempo di lettura: 2 minuti
a cagliari gli azzurri cercano la vittoria

A Cagliari, nell’anticipo domenicale dell’ora di pranzo, valido per la sedicesima tornata del massimo campionato, gli azzurri cercano la terza vittoria consecutiva dopo quelle con l’Inter e con il Benfica che, non solo  hanno regalato ai tifosi partenopei soddisfazione e gioia ma hanno anche riportato in seno all’ambiente fiducia, morale e sicurezza dei propri mezzi. E’ giunto infatti il momento di dare continuità ai risultati.

A partire da Cagliari, una delle ultime tre tappe di campionato, prima che questo anno solare lasci il posto al 2017, occorre proseguire il cammino con la stessa determinazione e grinta delle precedenti fruttuose partite.  E’ vero, però che  le insidie in Serie A si nascondono dappertutto, per cui non si deve mai abbassare la guardia, anzi è proprio contro le cosiddette piccole che è necessaria la massima concentrazione. A maggior ragione quando si gioca su un campo così ostile ai napoletani e ad un orario (12:30), che lo stesso Sarri ha, a più riprese contestato, perchè scomodo ed innaturale per una partita di calcio.

Ebbene, purtroppo il Napoli in queste trappole ci è già cascato, non una ma diverse volte. Basta semplicemente riavvolgere un pò il nastro di questo 2016 e ricordare il lunch match di Udine dello scorso 3 aprile, che trasformò in un incubo il sogno Scudetto; oppure di Bergamo, dove ad inizio ottobre un’Atalanta, all’epoca allo sbando, inasprì i postumi di una sbornia non ancora smaltita nel festival degli orrori degli ultimi venti minuti con il  Benfica al San Paolo.

Dunque si vola a Cagliari per  combattere anche contro le avversità del caso. E non servirà mica un’impresa: sarebbe impossibile ripetersi sempre su determinati livelli, soprattutto dopo certe notti che corrodono energie e motivazioni. Il Napoli ha dimostrato di essere una formazione matura e consapevole della propria forza, per cui è sufficiente continuare ad essere il Napoli, ossia far valere la cosiddetta legge del più forte per ottenere il successo. Tutto molto chiaro, non resta che fare l’abitudine a questa situazione.

 

 

Rispondi